Ricerca avanzata

Titolo
PuntoZero nr. 12
ISBN
97888889983744
Autore
Categoria
Editore

4,99

Condividi su:

sinossi

Mentre ormai da settimane, a seguire dall’intervento militare russo, su quanto accade in Siria è calato un assordante silenzio, i media generalisti recentemente hanno invece dato grande spazio alla tragedia dell’Airbus russo precipitato nel Sinai, peraltro offrendo ipotesi e “indiscrezioni” da fonti britanniche e statunitensi (ma non russe), e al presunto “scandalo doping” che coinvolgerebbe atleti e autorità russe ai massimi livelli. Insomma, un altro capitolo della campagna di discredito e delegittimazione nei confronti di un paese che, volenti o nolenti, è tornato prepotentemente alla ribalta nel calderone della geopolitica internazionale e di cui parliamo in questo numero 12 di PuntoZero in relazione alla sua recente decisione di bandire definitivamente dal proprio territorio le coltivazioni OGM e di avviare nel contempo quella che può essere definita a tutti gli effetti una “rivoluzione agricola” che potrebbe rappresentare un esempio e un precedente pericoloso, oltre che un ostacolo imprevisto ai piani dei “padroni del vapore” (e delle sementi). In altre parole, quel processo di “globalizzazione” magnificamente documentato da Marco Cedolin in un altro articolo intitolato “L’uomo nuovo”, che traccia le discutibili politiche e i mezzi impiegati in questa gigantesca operazione di ingegneria sociale.
L’argomento di punta di questo numero è però un tema a noi caro: l’accordatura “aurea” a 432 Hertz e la sua sostituzione, nel 1939, con l’artificioso “La sopra il Do centrale” a 440 Hz. Ce ne parla Brendan D. Murphy, con un articolo che se ne occupa tanto sotto il profilo storico quanto sotto quello “biologico”, e che merita sicuramente la massima attenzione.
Il concetto di Armonia non rimane tuttavia confinato all’ambito musicale, dato che riemerge prepotentemente anche nel saggio di Teodoro Brescia dal titolo “Lo strumento della Divina Proporzione” che esplora l’antico utilizzo della cosiddetta proporzione aurea, ma anche nell’interessante panoramica sul pensiero della Cina antica a firma di Tommaso Furlan, in cui si sono elaborate tutte le categorie portanti di quella grande cultura.
In questo PuntoZero parliamo inoltre del genio visionario di Edgar Allan Poe, della sfida per la prima trasvolata della Manica di un velivolo elettrico e del suo imprevisto e improbabile epilogo, e pubblichiamo la tanto attesa terza parte delle riflessioni di Varo Venturi sul rapporto tra sessualità e genetica. In chiusura, e in concomitanza col suo settantesimo compleanno, torniamo a parlare di musica con una breve biografia di Keith Emerson, uno dei maggiori esponenti del Progressive Rock, e del suo utilizzo in studio e nei concerti dal vivo del rivoluzionario sintetizzatore Moog. Buona lettura!Un eccellente contributo del grande Maurizio Blondet ci spiega come non esista alcun riscontro archeologico a sostegno della presunta storicità dei primi cinque libri dell’Antico Testamento, mentre Paolo Cortesi racconta l’affascinante storia di Antoine Fabre D’Olivet, uno studioso che spese la vita nel cercare di dimostrare come le scienze umane abbiano origini remotissime che affondano in un sapere ancestrale.
Ci occupiamo inoltre dell’Infinito Circolare, delle straordinarie proprietà terapeutiche dei Campi Elettromagnetici Pulsati, nonché di tutto ciò che c’è da sapere sulla presunta esistenza degli alieni, sul loro aspetto, sulla loro presenza e il loro ruolo nel passato e nel presente del nostro pianeta e dei suoi abitanti. Proseguiamo poi il nostro viaggio e le nostre riflessioni in merito alla grande illusione del Tempo, uno degli aspetti più affascinanti e meno compresi dell’esistenza umana.
In occasione dell’uscita di Tooting Bec, il primo CD musicale da noi prodotto, ve lo presentiamo insieme ad Omid Jazi, il talentuoso ed eclettico polistrumentista che lo ha concepito e realizzato.
Non mi resta che augurarvi buona lettura!