MADAME-BOVARY-ebo_72

1,99



Condividi su:

sinossi

Madame Bovary di Gustave Flaubert è considerato il capolavoro per eccellenza della letteratura francese dell’800.

Madame Bovary, scritto tra il 1851 e il 1856, è pubblicato a puntate su la rivista Revue de Paris. Da quel momento, la letteratura europea cambierà per sempre: gli ideali e i modelli romantici sono scavalcati e demoliti dalla demistificazione delle idee moralistiche, tipiche della società borghese del primo Ottocento; la descrizione oggettiva dei fatti, inoltre, fa collocare Flaubert fra la scuola Romantica e quella Naturalista.

Il successo di questo romanzo non arriva subito, Flaubert deve fare i conti con la censura, è accusato di oltraggio alla morale e alla religione per i contenuti definiti scabrosi. Non sarà, però, mai condannato, perché non saranno rilevati reati contro la morale.

Educazione sentimentale, il romanzo successivo a Madame Bovary, è altrettanto criticato; ci vorranno molti anni prima che sia rivalutato e considerato il capolavoro che è. La vicenda racconta il mal di vivere di Emma, che solo dopo il matrimonio con Charles – un mite medico di campagna con poche ambizioni – comprende di non amarlo. Emma cerca un eroe romantico che la faccia sognare, come le protagoniste dei romanzi rosa che legge. La ricerca spasmodica di un rapporto appagante la condurrà verso l’autodistruzione.

Questa versione eBook non è in formato integrale, nonostante ciò è stata rispettata fedelmente la trama.

Ascolta la Preview