3,99



Condividi su:

sinossi

L’audioguida racconta la storia, descrive l’architettura e riporta fatti interessanti sulla chiesa.

Nella città di Amendolara si trovano 7 chiese bizantine ed un’altra ancora realizzata nello stesso stile ma di epoca più tarda. Nei dintorni della città si trovano grotte un tempo abitate dagli eremiti, questo ci consente di stabilire come periodo dell’insediamento della città il X secolo. La chiesa di Santa Maria si trova nel centro storico.

È una chiesa a navata unica, tipo di costruzione risalente all’XI sec.

È molto probabile che essa fu costruita sui resti di una chiesa greca più antica, che a sua volta era stata costruita sulle rovine di un tempio pagano. Il posto su cui sorge la chiesa è il più antico luogo di culto di Amendolara.

Lo sguardo del visitatore cade inevitabilmente sull’elemento di maggiori dimensioni della chiesa, la grande cupola che torreggia su tutto l’edificio, occupando la parte posteriore della chiesa.

L’edificio della chiesa è costituito da due nuclei.

Il primo nucleo, quello della facciata, è collegato direttamente alsecondo, a pianta ottagonale, sopra il quale sorge la massicciacupola.

La chiesa è caratterizzata da dettagli che richiamano lo stile bizantino: sulla sua muratura in mattoni si aprono 4 finestre, che si estendono per tutto il perimetro che gira intorno al tamburo; e ci sono tegole scure che ricordano i merletti e creano l’impressione di un ricamo.Le stesse tegole ricoprono il tettodell’altra unità dell’edificio.

È possibile esaminare il modello in 3D della chiesa ed osservarne il suo interno attraverso la AppMuByz.

L’audioguida è stata realizzata da professionisti nel campo della storia e dell’arte.

Ascolta la Preview